Le Frecce Tricolori scortano il nuovo Boeing 787 di Neos Air



Nella giornata di martedì 19 dicembre 2017 si è svolta
presso l’Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona-Villafranca
la presentazione ufficiale del nuovo Boeing 787 Dreamliner
entrato nella flotta Neos Air, che così diventa la prima compagnia
aerea italiana ad operare con questo gigante della Boeing.

“Spirit of Italy”, come è stato ribattezzato l’aeromobile,
è atterrato a Verona in mattinata e, dopo aver imbarcato autorità,
giornalisti e altri ospiti, accolti dall’equipaggio e dal Comandante
Maurizio Guzzetti (ex solista PAN), è decollato per un volo
inaugurale attorno al territorio veneto sorvolando Chioggia,
Venezia, Bolzano per poi rientrare presso lo scalo veronese.

A scortare il Dreamliner per alcune decine di minuti
hanno fatto capolino 4 MB-339 PAN delle Frecce Tricolori,
deliziando passeggeri e, certamente, anche molte persone
a terra, con un volo in formazione tutt’altro che all’ordine
del giorno per un liner pieno di passeggeri.



L’evento a terra si è svolto all’interno dell’hangar, adeguato
a livello infrastrutturale al fine di contenere l’aeromobile,
e tutte le operatività di volo sono state permesse grazie
alla collaborazione degli Enti di Stato e in particolare
di ENAC ed ENAV.

Per Neos Air, che grazie a questo modello volerà fino in Vietnam,
ampliando sensibilmente il suo parco destinazioni,
si tratta di un evento che ha più di un motivo d’orgoglio.
Il 14% della struttura dell’aeromobile, ovvero lo stabilizzatore
orizzontale, la sezione centrale e la centro-posteriore della fusoliera,
è stato costruito in Italia, negli stabilimenti Leonardo Finmeccanica
di Grottaglie (Taranto), che impiega circa 1000 operai, e di Foggia.
Inoltre il Boeing 787, sia nella versione 8 sia nella versione 9
più capiente, è un aereo all’avanguardia anche per quanto riguarda
l’efficienza energetica e l’inquinamento: consuma il 20% in meno
dei suoi rivali e produce il 20% di emissioni in meno.
Per questa ragione, all’inizio, si pensava di chiamarlo 7E7,
a sottolineare le buone prestazioni ambientali del mezzo.


















Nessun commento:

Posta un commento